Consulenza Sessuologica

La sessualità, intesa come scienza, studia i fenomeni della vita sessuale da vari punti di vista (anatomico, funzionale, patologico, psicologico) focalizzandosi sulle cosiddette “disfunzioni sessuali” che possono insorgere sia in una coppia sia in una singola persona in determinati momenti difficili della vita (per esempio: lutti, traumi, gravidanza, post-partum, i primi tre anni dalla nascita di un figlio, etc…) e a ogni età.

Il consulente sessuologico è una figura professionale che, come un educatore, aiuta sia a comprendere tali disagi sia a superarli grazie a interventi specifici su ogni caso.

 

-Quali occasioni per affrontare il tema della salute sessuale?

  • Periodo adolescenziale/adulto:
    • Scelta contraccettiva;
    • In caso di assunzione di farmaci interferenti con la funzione sessuale;
    • Periodo prematriomoniale;
    • Attesa di un figlio e post-partum;
    • Infertilità.
  • Età avanzata:
    • Menopausa della partner;
    • Periodo di stress;
    • Malattie che prevedono la possibile insorgenza di disfunzioni sessuali;
    • Interventi chirurgici;
    • Sindromi ansiose/depressive.
  • Coppia:
    • Conflitti famigliari;
    • Mancanza di comunicazione (anche riferita a genitori-figli);
    • Cambiamenti (es. gravidanza, lutto) del partner;
    • Il passaggio alla convivenza;
    • Sessualità giudicata insoddisfacente da uno o da entrambi.

 

-La consulenza sessuologica:

  • Breve – motivazionale – attiva;
  • Definizione del tempo necessario e degli obiettivi da raggiungere;
  • Intervento da 6 a 8 sedute minimo da seguire regolarmente;
  • Interviene solo in ambito sessuologico: in caso di disfunzioni sessuali dovute a problemi psicologici o a malattie organiche può essere soltanto di supporto al percorso psicologico o medico già intrapreso;
  • Individuale o di coppia;
  • Fasce di età diverse: infanzia; adolescenza; età adulta; anziani;
  • Comportamenti disfunzionali e/o perversi;
  • Relativa alle disfunzioni maschili e femminili;
  • Relativa ai problemi dell’identità e dei comportamenti varianti.
    • Perché è utile?
      • Per accogliere una domanda che rischia di non avere risposte integrate;
      • Perché il disagio sessuale abbassa l’autostima e rompe sia le relazioni sia la coppia;
      • Perché stanno sorgendo nuove domande: problemi d’identità; comportamenti varianti; dipendenze; internet; pornografia.